Filo di Ora

Chi siamo

Nella nascita di diverse compagnie filodrammatiche, un ruolo determinante lo hanno avuto le parrocchie, dove parroci appassionati di teatro ed illuminati, hanno dato spazio e incoraggiato chi intendeva fare teatro......

Info

Telefono: 3358323712
Fax: 047108943
Referente: Faustini Mariapia
Leggi tutta la storia..

Così è stato per la Filodrammatica di Ora, che deve molto alla figura di Don Clemente Deflorian. Fu lui a stimolare questa passione tra i giovani del paese e nel 1950, finalmente, vennero gettate le basi di un primo nucleo di teatranti, che per l'esordio potevano usufruire del teatro Don Bosco, dove una scritta ricordava, che “dilettando educo”.

Nel periodo attorno al 1985 la presenza di Domenico Mossuto, un maestro elementare molto preparato, riesce ad aggregare attorno a sé un primo gruppo di giovani uniti dalla passione per il teatro.

Agli inizi non si va oltre qualche semplice monologo e piccole farse che hanno lo scopo di far ridere, ma la strada comunque è imboccata. Nel 1989 le redini passano nelle mani di Sergio Moretto, che imprime al gruppo una svolta verso una preparazione più ”teatrale” , con un maggiore affiatamento anche tra i componenti la compagnia.

“Ricordo che assunsi la regia della Filodrammatica di Ora, perché il regista era deceduto – dice oggi Moretto – e il gruppo era rimasto solo. Mi chiesero se ero disponibile e accettai. Iniziammo con commedie nel classico dialetto trentino, al ritmo di uno spettacolo nuovo all'anno.

Così l'attività teatrale andò  avanti fino alle soglie del 2000, quando in seno al gruppo emersero con sempre maggiore insistenza la voglia e la curiosità di spostarsi verso un repertorio di testi teatrali in lingua italiana.

Attraverso una fase di perfezionamento teatrale composta da corsi di dizione con “Giorgio Dalpiai e Maria Pia Zanetti” e corsi di teatro con Gigi Ottoni, la Filo si sente finalmente pronta e decide di mettere in scena la prima commedia in lingua italiana dal titolo “L'incidente” di Luigi Lunari.

Seguono poi il successo de “Il colpo della strega” di  J. Graham e “Toccata e fuga” di D. Benfield, entrambe replicate almeno 20 volte ciascuna in teatri di Bolzano, Trento e Verona.

E' in questo periodo che la regia passa ad  Angelo Melchiori che sceglie come spettacolo “La stella a otto punte” commedia brillante di Aldo Lo Castro, direttore artistico del teatro degli specchi di Catania ed è proprio con lui che la Filo di Ora organizza e frequenta due stage di teatro “Il corpo e la parola” (2007 e 2008).

Motivati ed arricchiti da queste esperienze, che hanno lasciato al gruppo un ricordo indelebile, la filo di Ora continua il suo percorso teatrale, ultimo spettacolo in cartellone: “Il mistero dell'assassino misterioso” giallo comico di Lillo & Greg.

La Filodrammatica di Ora si trova ad operare in uno scenario, quello della Bassa Atesina, abbastanza particolare, poiché è un territorio in cui la componente rurale di lingua tedesca è maggioritaria e non è semplice, quindi, proporre un teatro in dialetto trentino o in lingua italiana.

Oggi la compagnia può finalmente contare anche su una bella sala teatrale costruita di recente dal Comune di Ora nel cuore del paese, uno spazio moderno e funzionale, che consente anche di programmare con maggiore tranquillità l'attività teatrale futura.

SPETTACOLI RAPPRESENTATI E PREMI:

“L'oroloi a cucù”

“Tre candele a S. Antonio”

“La nora”

“Mama me sposo”

“La fadiga de capirse”

“El capel da merican”

“N'om fortunà”

“Con en pè en la busa”

“Robe da ciodi” di Antonia Dalpiaz

“La valis de carton” di Antonia Dalpiaz

“L'usel del marescial” di Loredana Cont

“En body de piz nero” di Adriana Zardini (Sipario D'oro Nazionale - Premio speciale come migliore caratterista a Cristina Bodini)

"L'indicente" di Luigi Lunari

"Casina" di Plauto (Concorso premio alla regia Fantasio Piccoli 2002  5° classificato nazionale)

"Il colpo della strega" di J. Graham (Premio migliore attrice protagonista a Cristina Bodini e Premio migliore regia a Sergio Moretto)

"Toccata e fuga" di Derek Benfield

"La stella a otto punte" di Aldo Lo Castro

"Il mistero dell'assassino misterioso" di Lillo & Greg (3 premi ottenuti al concorso regionale “Palcoscenico Trentino 2010”: Premio della Giuria, Premio migliore attore protagonista ad Angelo Melchiori, Premio Giuria dei Giovani; 5 premi ottenuti al concorso nazionale “S. Urbano (PD) 2010”: Premio migliore spettacolo, Premio migliore regia, Premio migliore attore protagonista ad Angelo Melchiori, Premio migliore attrice non protagonista Maria Pia Faustini  Premio migliore attore non protagonista Ivan Sgarbossa) 

"La luna degli attori" di Ken Ludwig (Concorso Nazionale “S. Urbano (PD) 2011 - Premio migliore attore non protagonista a Ninno Massimo)

"La baita degli spettri" di Lillo & Greg (6 premi ottenuti al Concorso regionale “Palcoscenico Trentino 2013”: Premio migliore spettacolo, Premio migliore regia ad Angelo Melchiori,               Premio migliore scenografia a Philippe Domagala, Premio migliore attrice a Cristina Bodini, Premio migliore attore a Ivan Sgarbossa, Premio Giuria dei Giovani)

"Tango, monsieur?" di Aldo Lo Castro 

"Una casa di pazzi" di Roberto D'Alessandro (attualmente in cartellone)

Contatta ora Filo di Ora